Per fare un bosco a Desio ci ha pensato Carlsberg Italia

I 1.150 alberi donati alla Lombardia da Carlsberg Italia, a 4 mesi dalla piantumazione, stanno diventando un’oasi di sostenibilità. Un lascito concreto dell’esperienza di Birrificio Angelo Poretti a EXPO Milano 2015 grazie al progetto l’Orologio degli Alberi.

Si è tenuta questa mattina a Desio, la città che ha ricevuto la donazione in alberi più cospicua della regione Lombardia, la presentazione ufficiale dell’area verde di oltre 1 ettaro offerta da Carlsberg Italia come lascito concreto della sua esperienza a Expo 2015 dove con il brand Birrificio Angelo Poretti è stata “Birra Ufficiale di Padiglione Italia”.

2016.03.30_CarlsbergItalia_BoscoDesio_gruppoAd accogliere i presenti Roberto Corti, sindaco di Desio, che ha affermato: “La tutela e difesa del territorio è stata una delle nostre azioni amministrative principali e più importanti in questi anni. All’interno di questo filone si inseriscono tutti i progetti di forestazione che in questi anni abbiamo avviato e che prevedono la messa a dimora di oltre 15.000 alberi a Desio. Grazie al contributo di Carlsberg Italia abbiamo realizzato una parte di questo ambizioso progetto che continuerà nel prossimo autunno e che contiamo prosegua nei prossimi anni per recuperare spazi incolti ed a volte degradati e farli ritornare dei polmoni verdi, a tutela dell’ambiente e della nostra salute”.

I 1.150 alberi donati alla Lombardia (che, tutti insieme, coprirebbero una superficie equivalente a 2 Piazza Duomo a Milano) sono stati “conteggiati” attraverso l’Orologio degli Alberi, il progetto ideato da Carlsberg Italia in collaborazione con Legambiente Onlus e IEFE Bocconi che ha permesso di rendicontare la quantità di CO2 non immessa nell’atmosfera durante i 6 mesi di manifestazione universale, grazie all’utilizzo in Piazzetta della Birra di DraughtMasterTM, l’innovativo sistema di spillatura che elimina l’utilizzo di anidride carbonica aggiunta evitandone la dispersione nell’ambiente.

Il conteggio è stato effettuato secondo la formula certificata EPD (Environmental Product Declaration) 3 fusti = 1 albero.

Così le 350.000 birre spillate nell’arco dei 6 mesi di Expo 2015 (l’equivalente di -25.000 kg di CO2) si sono trasformate in 1.150 alberi che contribuiranno a loro volta a migliorare l’atmosfera lombarda attraverso il rilascio di ossigeno.

La scelta di donare gli alberi alla Lombardia è frutto del profondo radicamento nella storia e nel tessuto sociale del territorio di cui fa parte Birrificio Angelo Poretti, eccellenza italiana che ha ottenuto il riconoscimento della Regione Lombardia come Prodotto Tipico Lombardo in qualità di Birra della Valganna.

“Per noi la qualità della birra è imprescindibile. Lo è altrettanto la qualità della vita dei nostri consumatori e del nostro territorio. Ecco perché abbiamo voluto fortemente questo progetto” ha detto Alberto Frausin, Amministratore Delegato di Carlsberg Italia. “La sostenibilità spesso è un tema astratto: affinché diventi rilevante per tutti bisogna renderlo concreto. È su questa base che ci siamo assunti l’impegno di trasformare la CO2 non immessa nell’ambiente conteggiata dall’orologio di Expo in alberi veri da donare alla comunità. È stato un modo concreto per trasferire questo concetto dalle parole ai fatti, dallo storico stabilimento di Induno Olona (VA) al territorio che ci ha dato i natali e ai suoi cittadini”.

2016.03.30_CarlsbergItalia_BoscoDesioL’albero, infatti, è stato scelto da diversi anni da Carlsberg Italia come simbolo della volontà dell’Azienda di diminuire l’impatto ambientale attraverso processi di efficientamento che coinvolgono l’intera produzione aziendale e che possono essere visionati all’interno del Bilancio di Sostenibilità 2014 SustainaBEERity, il coraggio… di dare i numeri! consultabile sul sito Carlsberg Italia.

A chiusura dell’incontro, Marzio Marzorati, vicepresidente di Legambiente Lombardia, ha dichiarato: “Il Bosco realizzato grazie a Carlsberg Italia a Desio fa parte di un polmone verde che stringerà la città permettendogli di respirare meglio senza polveri sottili e inquinamento. Gli alberi piantanti in autunno, che proprio in questi giorni di primavera stanno mettendo le prime foglie, cresceranno creando una fascia significativa di verde pubblico. All’interno del Bosco sorgerà, infatti, una radura circondata da piante di noce, che servirà come luogo per l’educazione ambientale alle scuole della città. Un successo ottenuto grazie alla partecipazione e all’impegno dei Volontari del Verde di Desio, di Legambiente, di decine di bambini e famiglie che si sono dedicati con passione alla piantumazione del Bosco e provvedono ora alla manutenzione quotidiana delle aree verdi”.

Quello di Desio è stato solo il primo appuntamento a cui seguiranno altri, nei prossimi mesi, perché quello di Carlsberg Italia per la sostenibilità ambientale è un impegno continuo.

La storia del Birrificio Angelo Poretti inizia nel 1877, anno in cui Angelo Poretti realizza la prima cotta nel birrificio di Induno Olona. Costruisce il suo birrificio in Valganna, scelta per l’acqua purissima delle sue fonti, elemento indispensabile per una birra di grande qualità. La stessa qualità, cura dei particolari e rispetto per la tradizione che hanno rappresentato, e lo fanno tutt’oggi, il sapore delle birre del Birrificio Angelo Poretti, caratterizzate dall’uso di differenti tipi di luppolo, aggiunti in diverse fasi della produzione. Una luppolatura inconfondibile in grado di dare vita a ricette che accompagnano il consumatore in un crescendo di gusto capace di soddisfare le preferenze di ogni palato (“3 Luppoli”, “Originale 4 Luppoli”, “Bock Chiara 5 Luppoli”, “Bock Rossa 6 Luppoli”, “7 Luppoli Non Filtrata” stagionale: La Fiorita, L’Estiva, La Mielizia, L’Ambrata, “8 Luppoli Saison”, “9 Luppoli”: IPA, Porter, Wit, “10 Luppoli Le Bollicine” e “10 Luppoli Le Bollicine Rosè”).

Il gruppo Carlsberg è proprietario del Birrificio dal 2002, dopo un’ultra ventennale collaborazione, iniziata nel 1975 con la sigla dell’accordo per la produzione e commercializzazione in Italia dei marchi Tuborg e Carlsberg. Carlsberg Italia oggi produce e commercializza oltre 1,2 milioni di ettolitri di birra a marchi Carlsberg, Tuborg, Birrificio Angelo Poretti, Kronenbourg 1664, Grimbergen, Feldschlösschen. Nel 2011 Carlsberg Italia avvia una rivoluzione nel mercato della birra, sviluppando e lanciando DraughtMasterTM Modular20, il sistema di spillatura che utilizza i fusti in PET al posto dei tradizionali in acciaio e che non utilizza CO2 aggiunta. Questo nuovo sistema di spillatura permette di offrire al consumatore una birra di estrema qualità e di ridurre contemporaneamente l’impatto ambientale durante le fasi di confezionamento, distribuzione e consumo presso il punto vendita.

Nel 2015 Birrificio Angelo Poretti è stato scelto da Padiglione Italia per rappresentare l’eccellenza birraria italiana in qualità di “Birra ufficiale del Padiglione Italia a Expo 2015” dove ha accolto più di 1.000.000 di visitatori totali e spillato oltre 350.000 birre.

www.birrificioporetti.it – www.carlsbergitalia.it @CarlsbergItalia – @BirraPoretti
#orologiodeglialberi #CO2 #LCA #innovazione #DraughtMaster

Carlsberg Italia invita tutti i suoi consumatori a bere responsabilmente e a visionare il sito www.beviresponsabile.it

Milano, 30 marzo 2016