È il World Beer Challenge ad assegnare la quarta medaglia d’oro alla Thomas Hardy’s Ale della rinascita, riportata in produzione nel 2015 dopo 7 anni. Ad Estoril, in Portogallo, è addirittura doppietta grazie alla medaglia d’argento ottenuta dalla The Historical Ale maturata in botti di Cognac Hine.

Quando si riporta in vita un pezzo di storia, forse addirittura di leggenda, si corre senza dubbio un grosso rischio. Lo sapevano bene i fratelli Vecchiato quando, nell’estate 2012, finalizzarono l’acquisizione del marchio e della ricetta della mitica Thomas Hardy’s Ale, prodotta dal 1968 al 1999 dalla Eldridge Pope Brewery e successivamente tra il 2003 e il 2008 dalla O’Hanlon’s.
Tre anni per studiarne minuziosamente la storia, individuare un birrificio che potesse riprodurla, affinare la ricetta e finalmente la Thomas Hardy’s Ale fu pronta a tornare in produzione e, nel corso del 2016, ufficialmente sul mercato.

Il difficile paragone con le annate del passato è amplificato dal fatto che questo Barley Wine per antonomasia migliora con il passare degli anni, rendendo fuorviante un “confronto diretto” con vintage per più mature.

I palati dei giudici internazionali hanno riconosciuto immediatamente, però, l’impronta del mito, premiando la “nuova” Thomas Hardy’s Ale con 3 medaglie d’oro nel corso del 2016, alle quali si aggiunge oggi la quarta: è quella del World Beer Challenge 2017, che le ha assegnato il premio più prestigioso grazie a una votazione di ben 95,3/100.

A colpire sono le stesse caratteristiche narrate dallo scrittore inglese Thomas Hardy nel suo romanzo The Trumpet Major e riportate nell’etichetta della Thomas Hardy’s Ale:

“Era del colore più bello che l’occhio di un artista potesse desiderare per una birra: robusta e forte come un vulcano, piccante senza essere pungente, luminosa come un tramonto d’autunno, dal sapore uniforme, ma, alla fine, piuttosto inebriante.”

Un risultato se possibile ancora più altisonante grazie alla prima medaglia della storia per la The Historical Ale Vintage 2016, versione limitatissima maturata per oltre sei mesi in botti che avevano precedentemente contenuto Cognac francese Hine, d’argento nella categoria Wood and Barrel Aged.

info@thomashardysale.com
www.thomashardysale.com