“La notizia dell’approvazione da parte del ministro Martina del piano olivicolo nazionale non può che far piacere”

Dopo i piani olivicoli rimasti sulla carta siamo sicuri che questo piano riuscirà finalmente nell’obiettivo di rilanciare l’olivicoltura italiana puntando sulla qualità che deve essere percepita dal consumatore, ma anche sulla quantità.

alleanza delle cooperative italianeL’importante è che i fondi stanziati vengano utilizzati esclusivamente e rigidamente nell’ottica della razionalizzazione dello sviluppo della nostra olivicoltura. Ciò deve avvenire mettendo da parte i provincialismi e tenendo conto che siamo in una economia globalizzata e che quindi chiudersi a riccio e pensare di vivere su posizioni consolidate è un errore gravissimo”.

Così Elia Fiorillo, coordinatore del settore olivicolo dell’Alleanza delle Cooperative italiane – settore Agroalimentare, a commento del primo piano olivicolo nazionale approvato oggi in Conferenza Stato Regioni.

Roma, 24 marzo 2016