In onda dal 15 novembre la pasta gluten free Felicia sarà protagonista di un piano di comunicazione sull’emittente televisiva Sky

untitled1

Lo spot punta tutto sull’emotività, trasportando lo spettatore in un’atmosfera estremamente coinvolgente e naturale. Al via la campagna di comunicazione TV di Felicia, marchio di riferimento nel settore innovation food, che sarà trasmessa dal 15 di novembre: un totale di 1004 passaggi in flight da 10″ e 30″ in prime time sui principali canali Sky e su Gambero Rosso Channel.

untitledLo spot svela passo dopo passo la ricetta della felicità a base di pasta Felicia, realizzata miscelando sapientemente gli ingredienti fondamentali che ci consentono di vivere bene: energia, allegria, passione, sorrisi, natura e benessere quanto basta. Il filmato si sviluppa attraverso immagini fortemente emozionali che riprendono frammenti di vita quotidiana, riprese caratterizzate da close up e dettagli che illustrano le fasi della ricetta narrate da un voice over caldo e rassicurante in un gioco che magicamente prende vita tra le varie fasi della preparazione. Il messaggio finale è che la felicità è nel sorriso di chi sa apprezzare la ricetta perfetta, un momento di intenso piacere e convivialità.

Chiude lo spot il pay off semplice e chiaro che accompagnerà tutta la comunicazione del brand: Felicia, piacere puro, gusto naturale. “Oggi Felicia rappresenta uno dei più ampi assortimenti sul mercato di pasta senza glutine, nonché un ventaglio unico di ricette in termini di qualità e varietà” dichiara Francesco Andriani, direttore commerciale di Andriani Spa. Abbiamo scelto di comunicare l’unicità e l’alta qualità delle nostre linee di pasta bio, vegan e gluten free con uno spot che ne sottolineasse l’attenzione al benessere nel rispetto della natura”.

Il concept dello spot che nasce da un’idea di Maggipinto Agency con la direzione creativa di Giovanni Maggipinto è girato dallo studio di post produzione Film Found Family produzioni cinematografiche con la regia di Andrea Ferrante e Vito Caggianelli.

Gravina in Puglia, 11 novembre 2016