Tecno&Food, un successo la prima edizione di Master Maître

Ora anche il ‘servizio di sala’ ha una sua identità. Considerato come uno degli eventi più importanti di Tecno&Food il Concorso Master Maître  al debutto nazionale in quanto unico evento dedicato al ‘servizio di sala’ nel mondo della ristorazione – ha ottenuto il plauso sia dei concorrenti, sia dei numerosi giurati in rappresentanza di varie categorie del settore professionale: dall’ospitalità alle Associazioni di categoria, dal giornalismo al mondo degli chef. La sfida unica tra i giovani aspiranti Responsabili di Sala, individuati attraverso una selezione che ha coinvolto i più qualificati Istituti Alberghieri italiani (8 team in semifinale e 4 in finale).

untitled1

Il nuovo approccio che gli organizzatori hanno voluto dare a tale ruolo è quello di aprire queste professioni ai giovani sia motivandoli a proseguire su questa strada, sia rendendo il cameriere ed il maître protagonisti in un ristorante, al pari dello chef e della cucina. Nella finale a quattro team del Concorso i risultati sono stati molto lusinghieri dimostrando che molti Istituti Alberghieri stanno lavorando bene, puntando anche su tale settore, oltre a quello della cucina. Secondo Giulio Biasion, ideatore e coordinatore dell’evento con il prezioso contributo organizzativo dato dalla Fiera di Padova e la fattiva collaborazione di RENAIA (l’Associazione che raduna i migliori Istituti alberghieri italiani), nonché delle importanti realtà associative quali FIPE, Fipe Veneto, Confcommercio e Federalberghi Veneto, la didattica innovativa è stata recepita dai ragazzi molto bene e tutti hanno descritto sia i piatti del loro territorio che quelli degustati dalla giuria.

Tra i nomi di questa citiamo quello di Erminio Alajmo, celebre ristoratore padovano nonché Presidente di Fipe Veneto , del Presidente di Renaia Ilario Ierace, nonché di Sergio Moretti, importante dirigente della FIPE. Veniamo ai premiati della finale, tutti team di ragazzi estremamente preparati, sia nel comunicare i piatti ed i prodotti con la tecnica dello ‘storytelling’, la spiegazione ai clienti da parte di maître e camerieri dei menù, dei piatti e dei prodotti del territorio e del locale, sia in tutte le fasi del servizio.

untitled31° Concorso Master Maitre: 1.Istituto Carlo Porta, Milano (team: Macario Nicolò, Ceccarelli Selene, Pasculli Alice) 2. Ist. Stringher, Udine (team: Angelini Emanuele, Matviyiv Nazary, Bassutti Chiara) 3. Ist. Scappi, Castel San Pietro Terme (Bo) (team: Piazza Andrea, Sansone Mattia, Martignani Vanessa). “Con questo evento che è stato apprezzato anche dal pubblico – sottolinea Giulio Biasion, direttore del periodico L’Albergo e coordinatore di Master Maître – abbiamo dimostrato che anche la ‘sala’ può fare spettacolo ed essere appetibile a livello mediatico, proprio come già succede con la cucina.

Comunicare questo settore e aumentare la sua visibilità significa anche contribuire alla sua crescita: se i giovani si dedicheranno con quella professionalità che già abbiamo riscontrato le prospettive per il futuro sono buone. Siamo certi che preparazione, professionalità e successo di un ristorante sono dati in gran parte da un buon servizio e questo il pubblico lo percepisce”. Info sul sito o info .