La rinomata confetteria genovese, acquisita di recente dal gruppo Agras, propone per le festività pasquali le sue uova di alta qualità

La Pasqua è ormai alle porte ed è tradizione avere sulle nostre tavole almeno un uovo di cioccolato, dolce tipico di questo momento di festa.

La storica ditta dolciaria genovese Pietro Romanengo fu Stefano, nata a Genova nel 1780, realizza le sue uova con la stessa cura artigianale da oltre due secoli, utilizzando ingredienti naturali e di stagione provenienti dal suo territorio.

Uova di Pasqua RomanengoLe uova Romanengo si distinguono infatti per l’alta qualità del cioccolato, prodotto senza aggiunta di additivi e di lecitina di soia, così come per lo spessore del guscio, che racchiude un assortimento delle specialità di confetteria della casa (confetti, fondants, cioccolatini, pastiglie ginevrine), il tutto avvolto in confezioni regalo raffinate, che costituiscono un’altra peculiarità della ditta genovese.

Con i suoi 235 anni di storia ininterrotta, Romanengo ha da sempre rappresentato un enorme potenziale di valore inespresso, che oggi ha la possibilità di essere conosciuto, apprezzato e valorizzato in tutto il mondo grazie alla recente acquisizione da parte del gruppo Agras, importante realtà internazionale con una pluriennale esperienza nel settore alimentare.

“L’obiettivo di questa operazione è quello di portare oltre i confini nazionali i prodotti di altissima qualità di Romanengo, in maniera tale da valorizzare lo storico brand anche all’estero” – afferma Pietro Molteni, Amministratore Delegato del gruppo Agras – “Ad oggi, la confetteria genovese è presente solo in alcuni paesi come il Giappone, dove da anni le sue specialità sono molto apprezzate dagli esigenti consumatori del Sol Levante”, aggiunge Molteni.

Grazie all’accordo con Langosteria 10, noto ristorante e bistrot milanese di cui il gruppo Agras è socio e fornitore strategico, i prodotti Romanengo hanno oggi un corner dedicato nel nuovo Langosteria Caffè Milano, da poco aperto presso l’Excelsior in Galleria del Corso n.4 a Milano. Un mondo di colori e bontà dolciarie uniche a livello nazionale, tutte da scoprire e da assaporare con la consapevolezza di stare degustando prodotti che sembravano superati dal tempo e che l’interesse crescente della cultura di qualità enogastronomica rende ancora più ricercati e preziosi.

Romanengo, nonostante le innovazioni tecnologiche avvenute nel secolo scorso, ha voluto mantenere intatta la filosofia della vecchia tipologia del laboratorio di confetteria e cioccolato. Non vi è mai stata la tentazione di trasformare la ditta in un’industria, proprio per la volontà di conservare la dimensione artigianale, volta a esaltare la qualità e la tradizione dell’alta confetteria genovese e internazionale insieme. Proprio per questo motivo, regalare le specialità di Romanengo è un gesto elegante, che di certo viene ricordato nel tempo.