Lunedì 28 novembre alle 10.30 il taglio del nastro della struttura della società specializzata nella distribuzione e nella commercializzazione di ortofrutta biologica, che renderà più efficiente l’offerta per la GDO e l’Ho.Re.Ca.

Vivitoscano, la società del Gruppo Apofruit collocata a Firenze presso il Mercafire e specializzata nella distribuzione e commercializzazione di ortofrutta biologica, inaugura lunedì 28 novembre alle 10,30 la nuova piattaforma di lavorazione e confezionamento.

VivotoscanoSi tratta di una struttura di circa 2.000 mq che ospita due celle frigorifere, sale di lavorazione con sei linee per il confezionamento, deposito e uffici. La nuova piattaforma, stata realizzata grazie ad un Progetto Integrato di Filiera (PIF) finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito dei Piani di Sviluppo Agricolo, consentirà di operare più agevolmente per soddisfare la crescente domanda di prodotti bio da parte del mercato.

L’opera risponde in pieno alle finalità del PIF: realizzare interventi per favorire l’integrazione fra i diversi soggetti che operano nell’ambito della filiera e migliorare le relazioni di mercato per i prodotti ortofrutticoli toscani, con particolare riferimento a quelli ottenuti da agricoltura biologica. Di rilevante importanza è stata l’attività svolta da Legacoop Toscana per coordinare gli attori dell’operazione: dalle aziende agricole alle imprese di lavorazione e commercializzazione ai soggetti operanti nel campo della ricerca e sviluppo.

L’inaugurazione della nuova struttura rappresenta anche un’opportunità per gli operatori e i produttori del territorio, tanto che la cerimonia sarà occasione di incontro e scambio tra il settore e le autorità istituzionali.

I lavori saranno presieduti da Massimo Biondi, presidente di Vivitoscano, e prevedono gli interventi di Ernesto Fornari, direttore generale Vivitoscano, Angelo Falchetti, Presidente Mercafir, Mario Tamanti, Direttore Finanziamenti e Progetti del Gruppo Apofruit e Leonardo Cianchi Vicepresidente vicario Legacoop Toscana.

L’incontro si concluderà con l’intervento di Marco Remaschi, Assessore all’Agricoltura della Regione Toscana.

“Questa inaugurazione ha un valore importante per il mondo della cooperazione – ha dichiarato Leonardo Cianchi, vicepresidente vicario Legacoop Toscana – Il nuovo magazzino è una tappa fondamentale della costituzione della rete fra le eccellenze toscane e dell’Emilia Romagna che può valorizzare la logica di filiera e incrementare la diffusione dei prodotti agricoli biologici. Abbiamo lavorato insieme per arrivare a questo risultato, che vogliamo rappresenti un punto di partenza verso nuove sfide. La nostra mission principale è quella di impegnarsi insieme nella progettazione di soluzioni che ci rafforzino sul mercato, tutelino il consumatore e facilitino il lavoro dei produttori e dei conferitori”.

“Nel 2015 – evidenzia il Presidente di Vivitoscano Massimo Biondi – abbiamo realizzato un fatturato di 9,5 milioni di euro sul canale commerciale della GDO e su quello della ristorazione collettiva e commerciale, e ad oggi registriamo un trend di crescita del 13,5%. Questa nuova struttura nata nell’ambito di un importante progetto di filiera ci permetterà di seguire al meglio questo sviluppo valorizzando soprattutto il prodotto delle aziende agricole locali anch’esse partecipanti al progetto.”

Cesena, 24 novembre 2016