Il Gruppo diversifica ulteriormente entrando nel comparto bakery

Granarolo S.p.A. – il maggiore operatore agro industriale del Paese a capitale italiano – si è aggiudicata tramite asta competitiva l’azienda di Pandea Dietetica S.r.l., specializzata nella produzione di prodotti da forno con e senza glutine. La società, che opera a Parma dal 1946, ha fatturato nel 2015 12,9 milioni di Euro, dei quali il 66% proveniente dalla vendita di prodotti convenzionali (cracker, grissini, ecc…) e il restante 34% (fette biscottate, cracker, ecc.) da quelli senza glutine che stanno registrando anno su anno crescite a scaffale di oltre il 30% (fonte Nielsen).

La società ha saputo resistere alla crisi finanziaria in cui versava ormai da alcuni anni e anche durante l’esercizio provvisorio disposto dal Tribunale di Verona è riuscita ad autofinanziarsi, mantenere la piena continuità produttiva con tutta la forza lavoro, soprattutto, grazie alla qualità indiscussa dei propri prodotti e al know how specifico acquisito da anni in questa categoria di prodotti. “L’operazione – dichiara Gianpiero Calzolari, Presidente del Gruppo Granarolo – rientra nel piano industriale volto a diversificare ulteriormente il portafoglio di prodotti indirizzato a consumatori domestici ed esteri, sempre più inclini a utilizzare prodotti alimentari funzionali al proprio benessere.

untitled

I “senza” (glutine, lattosio …) cresceranno in modo significativo nei prossimi anni, tutti i dati lo confermano, ci stiamo attrezzando per rispondere a un mercato in rapida evoluzione con prodotti di qualità e italiani, cercando al contempo di fare operazioni nel rispetto delle realtà esistenti e dei territori di riferimento”. Il paniere Granarolo di prodotti italiani di eccellenza oggi si compone di:  latte, panna, yogurt e dessert (bovini, ovini e caprini)  formaggi duri in particolare DOP – 11 le DOP a portafoglio (bovini, ovini)  formaggi freschi quali mozzarella, stracchino  ricotta prodotti vegetali quali bevande, yogurt, dessert a base soia, riso, nocciola, mandorla, cocco  piatti pronti vegetali  pasta  prosciutto di Parma DOP  aceto balsamico di Modena IGP  prodotti da forno con e senza glutine

Il Gruppo Granarolo, uno dei principali player dell’agroalimentare italiano, comprende due realtà diverse e sinergiche: un consorzio di produttori di latte – Granlatte – che opera nel settore agricolo e raccoglie la materia prima – e una società per azioni – Granarolo S.p.A. – che trasforma e commercializza il prodotto finito e conta 15 siti produttivi dislocati sul territorio nazionale, 2 siti produttivi in Francia, 1 in Cile, 2 in Brasile e 1 in Nuova Zelanda.

Il Gruppo Granarolo rappresenta così la più importante filiera italiana del latte direttamente partecipata da produttori associati in forma cooperativa. Riunisce infatti circa 1.000 allevatori produttori di latte, un’organizzazione di raccolta della materia prima alla stalla con 70 mezzi, 1.200 automezzi per la distribuzione, che movimentano 850 mila tonnellate/anno e servono quotidianamente circa 50 mila punti vendita presso i quali 11 milioni di famiglie italiane acquistano prodotti Granarolo. La missione del Gruppo all’estero è di esportare la tradizione di prodotti Made in Italy, anche uscendo dal perimetro dairy. Il Gruppo ha infatti diversificato il proprio portafoglio negli ultimi anni.

Nei propri laboratori il Gruppo effettua quotidianamente analisi sull’intera filiera produttiva, dalla materia prima al prodotto finito, per garantire al consumatore prodotti di qualità e con elevati standard di sicurezza. Il Gruppo inoltre si avvale di controlli qualità esterni svolti da enti di certificazione internazionale qualificati e garantiti dall’International Food Standard (IFS), dal British Retail Consortium (BRC) e dall’EU Organic Food Certification (CCPB). Dal 2002, il processo produttivo è certificato dal sistema di gestione qualità ISO 9001. Il Gruppo Granarolo conta oltre 2.400 dipendenti al 31/12/2015. Il 77,48% del Gruppo è controllato dal Consorzio Granlatte, il 19,78% da Intesa Sanpaolo, il restante 2,74% da Cooperlat. Nel 2015 il Gruppo ha realizzato un fatturato superiore a un miliardo di Euro.

Bologna, 25 novembre 2016