Il traguardo raggiunto dal ristorante sul Lago di Mergozzo conferma l’impegno dello chef Marco Sacco nel proporre una formula a base di eleganza e raffinatezza che partendo dal lago di Mergozzo esplora e racconta il mondo del cibo

 

10 anni di due stelle Michelin. Un traguardo importante quello raggiunto dal ristorante Piccolo Lago di Mergozzo e dal suo patron Marco Sacco cui sono state riconfermate per il decimo anno consecutivo le due stelle Michelin. Il riconoscimento è avvenuto oggi a Parma in occasione della presentazione della Nuova Guida Michelin 2017. Il Piccolo Lago rimane quindi fra i 4 locali del Piemonte a poter vantare il doppio blasone.

untitledA distanza di 13 anni dal conferimento della prima stella – e di 10 anni dalla consacrazione ottenuta con la seconda – la creatura di Marco Sacco si conferma una delle eccellenze gastronomiche del Bel Paese e un punto di riferimento assoluto nel panorama dell’alta cucina italiana.

“10 anni di due stelle Michelin mi rendono orgoglioso e fiero di questa esperienza, afferma Marco Sacco. E’ un premio che va al lavoro di squadra creato negli anni con la mia famiglia e con i giovani che hanno lavorato nella mia cucina facendo la storia di questo ristorante. E rappresenta inoltre un risultato importante, somma di grandi soddisfazioni quotidiane date dai clienti e dagli addetti ai lavori. Ma soprattutto 10 anni di impegno e sacrifici che vogliono essere un riconoscimento al territorio ossolano e a questi laghi, da sempre presenti nel mio dna”.

Chef Sacco, appena rientrato da un viaggio di lavoro a Dubai per rappresentare l’alta ristorazione italiana all’Estero, sarà dal 21 al 27 novembre a Hong Kong per la Prima settimana della cucina di qualità nel mondo in qualità di Ambasciatore del Gusto. Un calendario fitto di serate di gala e scuole di cucina sul campo per insegnare ai giovani chef i segreti dell’alta cucina italiana in un clima di scambio culturale senza precedenti. Per la serata di chiusura, il 26 lo chef proporrà il suo piatto icona: la carbonara au koque, versione local piemontese della tradizionale ricetta capitolina.

Verbania, 15 novembre 2016